Il progetto

Il progetto

Un viaggio lento tra persone e paesaggi

Da anni lavoriamo con l'Islanda. 
Ci ha rapite con la sua proverbiale bellezza che amiamo condividere con viaggiatori e lettori.

Con Cafferð racconteremo il suo lato più vero, quello distante dal senso di "estremo" che spesso si percepisce quando si cerca di informarsi su questa terra.
Lo faremo in modo semplice, leggero, ironico, così come siamo noi.
Perché l'Islanda è "easy", spogliata da sovrastrutture e apre il suo cuore a chiunque voglia visitarla con rispetto.
Sarà pure un'isola vulcanica a cavallo della dorsale medio atlantica, ma è un luogo che prima di tutto trasmette serenità.
Vi porteremo a spasso per posti mozzafiato dai nomi impronunciabili e vi faremo conoscere i loro abitanti.
Perché l'Islanda è speciale, ma gli islandesi lo sono ancora di più e hanno voglia di raccontare le loro piccole grandi storie davanti a un buon caffè.


 

Perché “CAFFERД?

Il concetto dietro al nome

Il progetto Cafferð è rivolto sia agli italiani 

che agli islandesi.
Mescolando le lingue abbiamo creato una parola che parla di caffè e viaggio al tempo stesso.

Caffè + Ferð (viaggio in islandese) = CAFFERÐ

Una dimensione di viaggio dimenticata

I ritmi moderni ci hanno portati a vivere sempre di corsa, cercando di vedere il più possibile nel minor tempo possibile, perdendo l’essenza stessa del viaggio.
Riporteremo l’attenzione sul dimenticato valore dell’esplorazione lenta, che permette di entrare a contatto con la cultura e la “vita vera” del luogo.

Cafferð rieduca al viaggio immersivo.

Image
Image

Tutti diversi, tutti uguali

Si tende a pensare a realtà diverse dalla nostra come lontane e profondamente dissimili.
Cosa ha in comune un pescatore che lotta contro l’oceano con un impiegato di banca?
Molto più di quanto si potrebbe pensare.
E lo dimostreremo sia col caffè, bevanda apprezzata ad ogni latitudine e longitudine, che con le video interviste.

Cafferð racconta gli esseri umani.